Archivio

Archivio 5 Ottobre 2006

MENEFREGHISMO MEDIATICO ed ENERGIA ALTERNATIVA

5 Ottobre 2006 1 commento


Che i telegiornali e la carta stampata stiano per la maggior parte dirigendosi verso un pericoloso punto di non ritorno lo si sapeva già, ma che addirittura ci si mettessero d’impegno per remare nella direzione sbagliata pensavo che non fosse possibile.
La7 stamattina parlava del petrolio, ed ecco le conclusioni alle quali qualsiasi spettatore sarebbe potuto arrivare:

-La risorsa fondamentale del pianeta è il petrolio.
-Si creeranno macchinari in grado di permettere trivellazioni più profonde
-I limiti di discesa dei palombari sono un limite allo sviluppo.
-Uno dei limiti all’espansione del settore sono i costi troppo elevati.

Cosa?! Ma scherziamo!? E tutto il resto?! Ci stiamo dimenticando di tutti gli aspetti negativi di questa risorsa?! L’inquinamento, l’effetto serra, i disastri ambientali!! Perchè La7 non parla dell’energia pulita, senza costi e senza rischi?! Invece si parla di investimenti per ipertecnologici macchinari che permetteranno di guadagnare dei fottuti metri per trivellare un pò di più, inquinare un pò di più e mettercela nel c..lo un pò di più!! E poi chi se ne frega dei palombari, ste palle al piede che limitano lo sviluppo, perchè non siete in grado di scendere a 400 metri di profondità in apnea per ciucciare ancora un pò di oro nero per i signori del petrolio?! Ma La7 se ne frega, dimentica che si dovrebbe parlare delle energie alternative pulite a bassi costi.
E allora lo facciamo noi, partendo dalle più insolite: Tra queste citiamo una macchina capace di trasformare l?attrazione magnetica in movimento meccanico in modo da fornire un?energia senza costi, utilizzabile per diversi scopi. La macchina è costituita da dischi concentrici sui quali si muovono alcune sfere metalliche che vengono attratte verso il basso dalla forza magnetica per essere poi nuovamente immesse sul disco di partenza; questo loro movimento imprime una spinta al disco e conseguentemente all?asse centrale della macchina sul quale possono innestarsi altri apparecchi. In altre parole al motore è sufficente solo una sorta di una spinta iniziale che può essere impressa con un motore elettrico, o con altro sistema analogo. Sfruttando il movimento delle sfere,in questo modo, si genera energia. Questo apparecchio è stato progettato accuratamente, e ora sono in fase di preparazione i test finali che ne verificheranno il funzionamento.

BEPPE GRILLO

5 Ottobre 2006 3 commenti


Non mi nascondo e lo ammetto. Orgoglioso. Questo blog nasce dalla voglia, dalla necessità e dalla convinzione di poter, nel suo piccolo e senza presunzione, divulgare le VERE notizie, l’informazione che alla gente serve, per tirare avanti e per evitare di prenderla troppo spesso nel di dietro, per poter ancora provare il piacere di arrabbiarsi per qualcosa di sbagliato, incuriosirsi per qualcosa di utile, ma non conosciuto, e per scoprire qualcosa che ci hanno nascosto per tanto, troppo tempo. Per farlo il nostro verme solitario darà sicuramente fastidio, cercherà di aggirare l’informazione ingessata e timorosa dei Tg e della carta stampata ( spesso intenti a parlare del tempo di fuoriuscita degli stronzi dal culo di qualche vippino o vippina ), dirottata da sponsor ed editori con le mani nella marmellata fino al gomito. Per poter eludere la realtà virtuale che ci circonda ( e nella quale spesso siam, aimè, immersi ) è cosa buona e giusta utilizzare l’ultima risorsa che ci resta: la RETE, INTERNET; sapersi districare su internet significa poter CONOSCERE senza troppi intermediari, significa entrare in contatto con la realtà ( non quella virtuale ) e poter autonomamente decidere. Noi utilizzeremo solo alcuni intermediari, almeno all’inizio ( senza dipendere esclusivamente da loro, per carità ): tra questi, BEPPE GRILLO. E’ il miglior verme solitario che ci sia in circolazione, rompico….ni al punto giusto e rumoroso al punto giusto.
E’ vero, lui effettivamente è un grillo, salta più di noi e forse vede dove noi non vediamo, ma è proprio per questo, che sarà necessaria ed esemplare musa ispiratrice.
Naturalmente, il nostro sarà un lavoro a parte, talvolta si proverà ad interagire, ma andremo per la nostra strada, con le nostre zampette, a scrostare notizie che gli altri non hanno e non sanno, fino a che non saremo perfettamente autonomi. Autonomo, come un VERME SOLITARIO che si rispetti.

Categorie:Argomenti vari Tag: ,